cervicobrachialgia-dolore

La Cervicobrachialgia è una condizione patologica del tratto cervicale della colonna vertebrale, caratterizzata da forti dolori e fitte che dal collo, s’irradiano per tutto il braccio, fino alle mani. 

L’eziologia della Cervicobrachialgia può essere varia: conseguente ad eventi di natura traumatica, malformazioni della colonna vertebrale, patologie reumatiche, compressioni che riguardano le radici nervose del plesso brachiale.

Quest’ultima causa è fra tutte la più frequente e alla base della sua manifestazione si riscontra la presenza di protusioni o ernie discali.

I sintomi più frequenti sono:

– Rigidità nucale: paragonabile ad una sensazione di pesantezza, associata a debolezza muscolare delle zone interessate.

– Dolore diffuso: spesso accompagnato da emicrania. Si estende anche alla regione scapolare e coinvolge diverse zone dell’arto superiore, in base all’interessamento delle radici nervose.

– Torcicollo acuto: che arriva a limitare i movimenti fisiologici del collo e della testa, soprattutto nei movimenti di rotazione.

– Parestesie ed intorpidimento: queste alterazioni della sensibilità disturbano spesso il riposo del paziente o si presentano al suo risveglio. Nella maggioranza dei casi, si manifestano nelle porzioni più distali dell’arto con una sensazione di gonfiore e di freddo.

Una volta identificata l’origine e il grado di interessamento della patologia, è fondamentale iniziare subito la terapia più indicata– conservativa o chirurgica – che allevi la sintomatologia e fornisca ai nervi interessati il nutrimento necessario per un graduale recupero funzionale.






Ti possiamo consigliare…

E anche…