dolore-cronico

Chi soffre di un disturbo persistente e vive il dolore in maniera prolungata, per alcuni mesi o anche più a lungo, deve fare i conti con la sua cronicizzazione. A questo punto non si tratta più di un sintomo, ma il dolore diventa una vera e propria malattia.  È un dolore invalidante che peggiora la qualità della vita, sia dal punto di vista fisico che psicologico e relazionale.

Il dolore cronico può associarsi ai disturbi del sonno, dell’appetito, dell’umore fino alla depressione e alla stanchezza cronica con scarso rendimento fisico e psichico. Tutte queste situazioni comportano un peggioramento della percezione del dolore.

Per approfondire il tema… 





Ti possiamo consigliare…