tunnel-carpaleLa Sindrome del Tunnel Carpale è generata da una compressione del nervo mediano. Il tunnel carpale, un passaggio stretto e rigido costituito dai legamenti e dalle ossa alla base della mano, ospita il nervo mediano e i tendini: il restringimento di questo passaggio (in seguito a traumi, lesioni o deformazioni) può causare lo schiacciamento del nervo.
In questo modo, può nascere una Neuropatia Periferica, che comporta sintomi come intorpidimento della mano, formicolii, parestesie e disturbi funzionali.
Nel caso di Neuropatie Periferiche come la Sindrome del Tunnel Carpale si può ricorrere a semplici operazioni chirurgiche per risolvere il problema: la tecnica tradizionale, prevede una o due piccole incisioni al polso, con la successiva liberazione del nervo dalla precedente compressione. Si tratta di un intervento molto semplice, eseguibile in day-hospital, con una piccola anestesia locale, che permette al paziente di muovere la mano dopo pochi giorni, con un recupero già completo alla rimozione dei punti di sutura.
Nelle forme più lievi, la cura può essere anche semplicemente sintomatica ed è proprio in questi casi che i rimedi naturali possono ritornare utili.

Rimedi Naturali
Quando il disturbo è di entità medio-lieve, è possibile ricorrere ad un trattamento conservativo basato sull’assunzione di principi attivi che, prima di tutto, limitano il processo infiammatorio alleviando i sintomi come dolore e bruciore e, contemporaneamente, forniscono ai tendini o ai nervi interessati il nutrimento necessario per un graduale recupero funzionale.

Ginnastica
La Sindrome del Tunnel Carpale colpisce, nella maggior parte dei casi, la mano dominante, quella che si utilizza con maggiore intensità. Infatti, movimenti della mano ripetitivi e forzati, come quelli dei lavori d’ufficio, generano frequentemente disturbi di questo genere. Per questo, prima di tutto, è opportuno adottare degli accorgimenti mentre si lavora: oltre a fare brevi pause ogni 30 minuti quando si lavora con una tastiera, bisogna ricordarsi di utilizzare posizioni ergonomiche e di poggiare correttamente i polsi, che non devono essere mai sospesi rispetto ai tasti. Detto questo, è utile far ginnastica roteando la mano in senso orario e antiorario, eseguendo un paio di ripetizioni ogni mezz’ora; oppure si può avvicinare mano e polso all’avambraccio e tenere la posizione per cinque secondi.

Ti possiamo consigliare…