Settembre è tempo di rientri e, per molti, con qualche chilo in più sulla bilancia dovuto a sregolatezze alimentari e alla scarsa attività fisica. Con il ritorno ai ritmi quotidiani è importante sostenere il metabolismo evitando così l’effetto yo-yo, il rischio di danneggiare la microflora intestinale con conseguenti gonfiori addominali e stipsi, magari alternata a diarrea, e stati d’ansia. Cosa serve? Gli alleati della nostra dieta saranno i probiotici (fermenti lattici) e i prebiotici (fibre).

Assunti regolarmente, i probiotici e i prebiotici aiutano la microflora intestinale, la rivitalizzano, le permettono di svolgere il suo lavoro di regolarizzazione dell’intestino e consentono alle pareti intestinali di assorbire tutto ciò che serve per la salute e il benessere dell’organismo, metabolismo compreso. Inoltre, un intestino sano è un’efficace anti-ansia e anti-stress. I risultati del loro consumo regolare? Meno agitazione, pancia sgonfia e metabolismo attivo.

Inserite quindi nella vostra dieta quotidiana post-vacanza alimenti come yogurt, latte fermentato (tipo LC1) che sono ricchi di probiotici e cibi che contengono fibre, soprattutto solubili come quelle presenti nella frutta, verdura, legumi, orzo e fiocchi d’avena.

Non solo, ecco le 7 regole per tornare in forma in due settimane:

#1: LE PRIME RINUNCE Per sgonfiarsi e disintossicare l’organismo dalle tossine accumulate sono bandite le bevande gassate e quelle a base di caffeina, teina e alcol. Fate il pieno invece di acqua minerale. Riducete anche il consumo di sale.

#2: IL TRUCCO DEL RISVEGLIO

Per risvegliare il metabolismo assumete un cucchiaino di olio extra-vergine d’oliva a digiuno: migliora le funzioni intestinali e ha un’azione disintossicante. Siete così pronti per una colazione a base di frutta, yogurt o latte (meglio se vegetale, di soia, di avena o di riso) e 1/2 fette di pane integrale con marmellata senza zucchero, oppure una manciata di cereali con frutta secca e fiocchi d’avena.

#3: LO SPUNTINO

Resistete alla tentazione di pizzette o dolcetti, meglio mangiare 5/6 mandorle che contengono vitamina E (che migliora pelle e capelli) e sali minerali tra cui calcio, zinco, ferro. Un toccasana in caso di ansia, stanchezza e insonnia.

#4: ORTAGGI PRIMA DEI PASTI

Via libera a tutti i tipi di verdure, dimenticate il sale. Queste servono a controllare il senso di sazietà e la velocità di assimilazione del piatto successivo.

#5: MANGIARE INTEGRALE

Il pranzo è leggero: poca pasta, in favore di riso, meglio se integrale, facile da digerire e ricco di fibre e minerali disintossicanti. Si può optare per un piatto unico con riso, carne bianca o pesce e tante verdure.

#6: CENA SENZA CARBOIDRATI

Scegliete proteine magre con verdure di contorno oppure un piatto veloce a base di frutta e yogurt magro.

#7: TISANA DIGESTIVA

Dopo cena spazio al relax con una tisana a base di finocchio, malva e cumino o liquirizia. Favorisce la digestione e aiuta a drenare i liquidi in eccesso.