La curcuma longa (conosciuta anche anche Turmerico) è una pianta rizomatosa originaria dell’Asia sud-orientale appartenente alla famiglia delle Zingibracee.
I grandi benefici della curcuma sono riconosciuti da millenni nella Medicina Ayurvedica poiché è molto efficace come anti-dolorifico, anti-infiammatorio e anti-ossidante, come rinforzante del sistema immunitario e come cura per malesseri di varie entità (per curare ferite, scottature, malattie della pelle, come digestivo o nei disturbi intestinali e gastrointestinali).

Ma a cosa deve i suoi benefici la Curcuma?
Alla presenza di specifici attivi –i Curcuminoidi– presenti nella polvere di Curcuma.
Tra i Curcuminoidi, il principio attivo più abbondante è la Curcumina, a seguire la Demetossicurcumina e la Bisdemetossicurcumina, i quali presentano proprietà terapeutiche paragonabili alla curcumina stessa.

La Curcumina, negli ultimi anni, è stata sottoposta a numerosi studi scientifici e trial clinici che ne confermano in primo luogo, la sua attività antinfiammatoria, perfettamente sovrapponibile a quella di farmaci come la nimesulide (Comparative evaluation of the pain-relieving properties of a lecithinized formulation of curcumin (Meriva®), nimesulide, and acetaminophen. Journal of Pain Research. 2013), ma senza gli effetti collaterali dei FANS. Per esempio, la curcumina non è gastrolesiva, anzi, in alcuni studi clinici ha dimostrato di migliorare significativamente la sintomatologia associata ad ulcera gastrica e per questo viene utilizzata anche come gastroprotettore.

Per poter garantire queste attività, la curcuma estrattiva (polvere di curcuma) deve essere impiegata a dosaggi elevati –fino a 10 grammi o più al giorno- a causa del basso assorbimento intestinale e dell’elevato metabolismo di primo passaggio epatico (distruzione dei principi attivi durante il passaggio degli stessi attraverso il fegato, prima di raggiungere il circolo sanguigno sistemico).

La soluzione è rappresentata da una formula brevettata che esalta l’assorbimento intestinale dei curcuminoidi e ne evita il primo passaggio nel fegato: Meriva® (curcumina fitosoma®).
Meriva, è una formulazione fitosomiale che permette di veicolare i 3 Curcuminoidi nell’intestino, dove verranno assorbiti con facilità per entrare nel circolo linfatico saltando così il metabolismo di primo passaggio epatico. In altre parole, i curcuminoidi vengono assorbiti completamente, trasportati dalla linfa direttamente nella circolazione sanguigna e garantiscono le loro attività a dosaggi più bassi rispetto agli estratti di curcuma.


Possiamo consigliarti..