calcio-tendinopatiarotulea-tenosanproIL TENDINE ROTULEO – Il tendine rotuleo connette la parte inferiore della rotula con quella superiore della tibia e la sua funzione è di trasmettere la contrazione del muscolo quadricipite alla tibia per estendere la gamba. L’articolazione del ginocchio è tra le più complesse e delicate dello scheletro umano poiché ha il compito di mantenere in equilibrio il corpo armonizzando il movimento di tutti i gruppi muscolari.

LA TENDINOPATIA ROTULEA – La tendinopatia rotulea è una patologia del ginocchio che interessa la parte del tendine al di sotto della rotula. Nella maggioranza dei casi, il dolore che ne deriva è causato da una cronica e continua sollecitazione del tendine rotuleo.

 

GLI SPORTIVI – La tendinopatia rotulea è una patologia molto frequente e i soggetti più a rischio sono gli sportivi che praticano: pallavolo, calcio, basket e tennis; ma può interessare anche le persone che trascorrono molte ore in macchina come gli autotrasportatori. Tutte queste situazioni richiedono uno sforzo ripetitivo del muscolo quadricipite che sollecita continuamente il tendine rotuleo. Il soggetto avverte dolore dopo sforzi intensi e ripetuti o quando rimane fermo nella medesima posizione per un lungo lasso di tempo. La patologia è più frequente dopo i 30-40 anni.


LE CAUSE –
La causa principale della tendinopatia rotulea risiede nella sollecitazione ripetuta del tendine che porta a piccole lesioni, le quali possono degenerare nel tempo. Altre cause possono essere:

  • disallineamento del femore e della rotula;
  • rotula alta;
  • eccessiva rotazione della tibia;
  • cattiva estensione del muscolo retto-femorale.

I SINTOMI – Il sintomo principale è un dolore localizzato nella parte anteriore del ginocchio che si manifesta dopo uno sforzo prolungato (come un allenamento specifico del quadricipite) oppure a seguito del mantenimento della stessa posizione per molto tempo (ad esempio inginocchiati a lungo). Il dolore è tipico di uno stato infiammatorio, viene evocato alla palpazione e talvolta è associato a gonfiore, calore e arrossamento locale. Quando la tendinopatia rotulea è in fase iniziale, il dolore tende a scomparire “in modo subdolo” dopo la fase di riscaldamento oppure a seguito di un periodo di riposo. Con il passare del tempo e con il peggioramento della patologia, il dolore interferisce con la normale attività fisica ed infine compare anche a riposo. Per questo motivo, la patologia non va trascurata ma curata da subito per evitare che diventi cronica.

Ti possiamo consigliare ….